Pensioni: Furlan (Cisl), irrilevanza è non saper cogliere i risultati

(DIRE – SIR) – “Irrilevanza è non saper cogliere i risultati dell’azione sindacale”. Lo ha detto a Brescia la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel corso del suo intervento al Consiglio Generale della Ust Cisl di Brescia. “Non abbiamo mai detto nella nostra piattaforma che volevamo abolire l’aspettativa di vita ma di correggere quel meccanismo partendo dalle categorie dei lavori più gravosi e disagiati. Questo c’era scritto anche nell’accordo dello scorso anno con il Governo e di questo stiamo discutendo”. Continua: “Noi non facciamo valutazioni politiche. Per noi contano solo i risultati sindacali che abbiamo raggiunto come abbiamo fatto in questi ultimi anni. Anche sui giovani bisogna uscire dagli slogan. Oggi il tema è come creiamo nuove occasioni di lavoro per i giovani e non utilizzare il tema della previdenza per speculazioni diverse, incrementando luoghi comuni o fomentando spaccature tra le generazioni. Per noi il lavoro per i giovani si crea puntando sulla crescita, con l’innovazione, la formazione, lo sviluppo. E credo abbia fatto assolutamente bene il governo a creare condizioni vantaggiose per quelle imprese che assumono i giovani attraverso la decontribuzione al 50% al centro-nord ed al 100% al sud. Anche noi avevamo chiesto di inserire nel pacchetto di industria 4.0, che giustamente ormai è diventata impresa 4.0, il fattore formazione”, conclude Furlan. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo