Diaconato: Beccegato (Caritas), “né mezzi preti, né mezzi laici”

“Né mezzi preti, né mezzi laici, ma pienamente papà, educatori, qualche volta nonni”. Così Paolo Beccegato, vicedirettore della Caritas Italiana, ha definito i diaconi, presentando questo pomeriggio presso la Sala Marconi della Radia Vaticana il libro “Il diaconato nel pensiero di Papa Francesco” – con prefazione di quest’ultimo – scritto da Enzo Petrolino, presidente dei diaconi d’Italia. Nel volume, secondo Beccegato, sono presenti, come ambito della sfera di azione dei diaconi, i quattro pilastri del piano della Caritas sulla carità: “La carità concreta, cioè la solidarietà, le risposte concrete da dare ai poveri; la carità educativa, cioè la testimonianza di vita, l’impegno a favore delle persone, nella cultura, nella Chiesa e nella società; la carità politica, cioè la solidarietà che va attuata anche con politiche solidali; la carità interna, cioè l’ecclesialità diocesana, l’impegno a creare comunità alternative per lo stile di vita di coloro che vivono al loro interno”. La carità dei diaconi, secondo il vicedirettore della Caritas, è anche carità ecumenica e “capillarità di diffusione sul territorio, che fa scendere i diaconi anche nelle zone più remote e sperdute dell’Italia, dell’Europa e del mondo”.  Il libro di Petrolino verrà presentato anche il 4 dicembre, alle ore 18.30, presso la mensa festiva della Caritas di Roma (via Casilina 144). Dopo i saluti di mons. Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma, e l’introduzione di fra Giulio Cesareo, responsabile editoriale della Lev, interverranno mons. Francesco Soddu, direttore della Caritas Italiana, e padre Giulio Michelini, docente di teologia biblica e formatore dei candidati al diaconato della diocesi di Perugia. L’incontro, coordinato da Enzo Romeo, vaticanista di Rai 2, si concluderà con la testimonianza del diacono Andrea Ciamprone, dell’Elemosineria apostolica, e di un ospite della mensa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo