Colombia: la Chiesa si mobilita per accogliere i venezuelani che fuggono dal loro Paese. Distribuiti pasti della Giornata dei poveri

Si rafforza l’esodo dei venezuelani verso la Colombia. Una situazione che interpella ormai non solo le zone di confine, a partire dalla città di Cúcuta, ma anche le maggiori città colombiane, soprattutto Bogotá. Ieri, in occasione della Giornata dei poveri, nella capitale e in molte altre località del Paese è stato fatto uno sforzo straordinario nella distribuzione dei pasti ai migranti. Nel corso di una conferenza stampa, convocata venerdì scorso sempre nell’ambito della Giornata mondiale, l’arcivescovo Rubén Salazar Gómez ha presentato le azioni che l’arcidiocesi sta mettendo in atto per accogliere i cittadini venezuelani, soprattutto attraverso la Fondazione per l’attenzione al migrante (Famig). Iniziative che si possono riassumere in alcune azioni chiave: ascolto, accompagnamento spirituale, aiuti umanitari immediati accoglienza nelle strutture allestite dalla Famig.
Si sta pensando alla costruzione di un secondo centro di accoglienza e di altre mense, come ha spiegato il card. Salazar: “Stiamo creando un’altra Casa del migrante in alcuni spazi, al momento inutilizzati, nella parrocchia di Nuestra Señora de los Dolores. Il numero di migranti è sempre maggiore e fatichiamo a farvi fronte. Tuttavia faremo tutto il possibile per aumentare gli aiuti, dentro a queste circostanze eccezionali”.
Ha proseguito il cardinale: “Siamo in contatto permanente con la Conferenza episcopale venezuelana e direttamente con i vescovi. Ad esempio si è creata una grande vicinanza, specialmente alla frontiera”. Ed ha citato in particolare il caso di San Cristóbal, in Venezuela, e di Cúcuta in Colombia.
L’arcidiocesi ha anche allestito un Centro di formazione al lavoro, che opera a Ciudad Kennedy, nella periferia occidentale della capitale, dove vengono offerti ai migranti corsi di formazione professionale in vari settori, tra cui panetteria, pasticceria, abbigliamento, manicure, ecc. In tal modo vengono forniti strumenti per ricreare un progetto di vita.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo