Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Stati Uniti, dopo New York altre vittime in Colorado. Incendi, migliora la situazione in Piemonte e Lombardia

Stati Uniti: tre morti a Denver dopo le vittime di New York. E domenica maratona blindata nella Grande Mela

Ancora segnata dall’attentato di ieri pomeriggio a New York, dove un uomo uzbeko ha causato la morte di 8 persone ferendone altre 15 lanciandosi con un furgone su una pista ciclabile, l’America deve registrare altri morti. In serata si è verificata una sparatoria in un supermercato Walmart di Thorton, a pochi chilometri da Denver (Colorado). La dinamica del fatto non è ancora chiara, ma al momento si contano tre morti, due sul posto più una donna deceduta dopo il ricovero in ospedale. La polizia dà la caccia a due sospetti. Nel frattempo proseguono le indagini per chiarire quanto accaduto a Manhattan: l’Fbi ha rintracciato il secondo cittadino uzbeko collegato all’attacco a New York, si tratta di Mukhammadzoir Kadirov. Nel frattempo Sayfullo Saipov, l’aggressore, in ospedale dove è ricoverato dopo un intervento chirurgico, “si mostra collaborativo. Nel suo computer – riferiscono le autorità – è stato trovato materiale legato all’Isis”. Il killer avrebbe pianificato l’attacco per ”oltre un anno”. Saipov, sposato, tre figli, ha dichiarato che avrebbe voluto causare un numero maggiore di vittime e avrebbe deciso di agire ad Halloween quando una grande folla scende per le strade. Il presidente Trump definisce l’attentatore “un animale” che dovrebbe “essere rinchiuso a Guantanamo”. “È arrivato nel nostro Paese grazie alla cosiddetta lotteria per la diversità dei visti”, ha twittato Trump, che si è poi scagliato contro la Green Card. Le autorità della città, dopo l’attentato a Manhattan, avvertono che la maratona di domenica sarà “blindata”.

Italia: incendi, migliora la situazione in Piemonte e Lombardia. Ma resta l’allerta

Appare in fase di miglioramento la situazione degli incendi in Piemonte e Lombardia, dopo giorni di fuoco e distruzioni nelle valli alpine. I vigili del fuoco sono stati impegnati nella giornata di ieri nelle operazioni di spegnimento degli ultimi roghi in Valle di Susa, nel Pinerolese e nel Canavese. Il vento è calato e le fiamme sembrano sotto controllo, anche se l’allerta rimane alta. “L’emergenza non è finita – ha spiegato l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia – ma la situazione è sotto controllo”. Valmaggia parla di “situazione emergenziale” e “manteniamo alta la guardia perché la siccità perdurante da diversi mesi, fuori da ogni serie storica meteorologica, fa sì che l’emergenza perduri”. Dall’inizio di ottobre “abbiamo registrato 135 diversi focolai, in quasi tutte le province e, in particolare, nel Torinese e nel Cuneese”. Migliora anche in Lombardia la situazione, in particolare in provincia di Varese, dopo il fuoco ha distrutto 50 ettari di bosco nel Parco regionale Campo dei Fiori, alle porte del capoluogo.

Mediterraneo: ancora morti in mare, recuperati ieri sette cadaveri. Soccorsi 900 migranti africani

Altri morti nel Mediterraneo. Sette cadaveri sono stati recuperati ieri al largo delle coste libiche durante un’operazione di soccorso coordinata dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera. I sette cadaveri – riferisce l’Ansa – erano a bordo di una imbarcazione diretta verso l’Italia. Un’unità militare inquadrata nel dispositivo Eunavformed è intervenuta nell’area dove era stato segnalato il gommone e ha recuperato le salme. Ha, inoltre, preso a bordo alcune decine di migranti che erano sull’imbarcazione. Nella stessa area di mare, una decina di miglia a largo delle acque territoriali libiche, sono state svolte sempre ieri altre otto operazioni di soccorso, con un bilancio di circa 900 persone salvate.

Spagna: interrogatori per gli indipendentisti catalani. Puigdemont rimane rifugiato in Belgio

Nuovo “episodio” della vicenda catalana. Oggi e domani la giustizia spagnola interrogherà alcuni esponenti del governo e del parlamento regionale che ha dichiarato unilateralmente l’indipendenza, mentre il presidente Carles Puigdemont, rifugiatosi in Belgio, non si presenterà in tribunale. L’avvocato di Puigdemont, Paul Bekaert, ha affermato che il presidente delle Generalitat “non andrà a Madrid. Abbiamo proposto che venga interrogato qui in Belgio” in videoconferenza.

Regno Unito: molestie, si dimette il ministro della Difesa Michael Fallon

Si è dimesso il ministro della Difesa britannico, Michael Fallon, accusato di molestie dalla giornalista Julia Hartley-Brewer. L’episodio risalirebbe al 2002.
La premier Theresa May ha accettato le dimissioni. Fallon ha affermato: “Ho realizzato che in passato il mio comportamento non è stato all’altezza degli standard richiesti dalle forze armate che ho l’onore di rappresentare. Ho riflettuto sulla mia posizione e quindi ho deciso di dimettermi”. Alla notizia la giornalista si è detta convinta che le dimissioni “hanno poco ha a che vedere” con il suo caso e che potrebbero esserci altri casi di avances che riguardano il ministro. Secondo la stampa britannica ulteriori accuse potrebbero emergere in questi giorni in relazione ad altri esponenti del governo.

Pakistan: donna obbligata al matrimonio avvelena il latte di casa. 17 morti e dieci avvelenati in ospedale

Sono 17 i morti per un caso di avvelenamento collettivo in Pakistan. Una donna di 21 anni, recentemente costretta a sposare un uomo impostole dalla famiglia, aveva deciso di avvelenare, complice l’amante, il neo marito. Dopo aver chiesto il divorzio, non concesso, Asiya Bibi – rea confessa – aveva versato veleno nel latte, utilizzato dalla suocera per preparare una bevanda cui hanno avuto accesso 27 persone. Oltre ai decessi, si registrano 10 avvelenati, attualmente ricoverati in ospedale. Bibi, riferisce Euronews, davanti al giudice si sarebbe difesa affermando: “Ho insistentemente chiesto ai miei genitori di non darmi in sposa contro la mia volontà, ma loro hanno respinto tutte le mie richieste”, aggiungendo che l’amante l’ha spinta a tentare l’assassinio. Attualmente sono entrambi agli arresti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia