Salute: Comunità Papa Giovanni XXIII, domani inaugurazione a Rimini del primo poliambulatorio a offerta libera

“Buongiorno dottore, vorrei prenotare una visita, quando vengo?”. “Se non può pagare venga domani, altrimenti dovrà aspettare”. Nel poliambulatorio “La Filigrana”, promosso a Rimini dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, i pazienti possono rivolgersi al proprio specialista di fiducia ma invece di pagare il ticket lasceranno un’offerta libera, secondo le possibilità. “Con un’offerta libera ad ogni prestazione il progetto si è autosostenuto dal 2015 come centro psico-pedagogico”, racconta Elisabetta Cimatti, psicologa. E “dopo l’autorizzazione dell’Ausl si potrà venire anche per un’ecografia, per fare riabilitazione, visite mediche internistiche ed agopuntura. Forniremo aiuto per superare le dipendenze, per la disabilità e per la maternità”. Nel primo poliambulatorio a offerta libera i medici offrono le loro prestazioni gratuitamente. Elisabetta sognava questo centro dal 2008: “Da allora ci siamo trovati una volta al mese fra psicologi, fisiatri e altri professionisti per un percorso di confronto e di condivisione delle competenze. Abbiamo capito che potevamo dare una risposta a chi non può pagare le visite mediche”. I 21 soci dell’associazione “La Filigrana” hanno reso possibile la realizzazione del progetto. L’omonimo poliambulatorio, che concretizza il sogno di don Oreste Benzi, morto il 2 novembre 2007, di una società del gratuito, è dedicato a Elisabetta Pradarelli e verrà inaugurato domani alle 15 in via Casalecchio 5 a Rimini.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia