Papa Francesco: arrivato al Cimitero americano di Nettuno, prima della Messa una sosta di preghiera in mezzo alle tombe

(Foto L'Osservatore Romano (www.photo.va) / SIR)

Il Papa è arrivato poco prima delle 15 al Cimitero americano di Nettuno, per la Commemorazione di tutti i fedeli defunti. Fra poco comincerà la tradizionale Messa del 2 novembre, dedicata quest’anno ai Caduti di tutte le guerre. Appena arrivato, Francesco ha fatto una sosta di preghiera silenziosa in mezzo alle tombe, sovrastate da oltre 7mila croci – tra le quali quella di un ignoto, un italo-americano e un ebreo – e subito dopo è stato accolto in sagrestia dal vescovo di Albano, mons. Marcello Semeraro, dalla direttrice del Cimitero, Melanie Resto, dal sindaco di Nettuno Angelo Casto e dal Sindaco di Anzio, Luciano Bruschini. Il Sicily-Rome American Cemetery venne inizialmente stabilito come cimitero di guerra temporaneo il 24 gennaio 1944, due giorni dopo lo sbarco di Anzio e Nettuno, ed è situato nella zona di avanzamento della terza Divisione di fanteria americana. Il Cimitero permanente ed il monumento furono completati nel 1956 e corono un’area di 31 ettari. Qui sono sepolti o commemorati i soldati americani che prestarono servizio e persero la vita durante la liberazione della Sicilia (dal 10 luglio al 17 agosto 1943),lo sbarco a Salerno (9 settembre 1943), le cruente battaglie successive, lo sbarco ad Anzio e l’espansione della testa di ponte (dal 22 gennaio al maggio 1944) e nelle operazioni aeree e navali di supporto. Al termine della celebrazione il Papa si recherà in visita al Sacrario delle Fosse Ardeatine, luogo dell’eccidio del 24 marzo 1944.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia