Giornata mondiale poveri: mons. Gervais (Tota Pulchra), “creare momenti di incontro e amicizia anche con gli artisti più indigenti”

“Quella di domani sarà una giornata davvero importante, organizzata dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione e fortemente voluta da Papa Francesco per condividere con i poveri la nostra visione della vita per comprendere il Vangelo nella sua verità più profonda”. Ne è convinto mons. Jean-Marie Gervais, prefetto coadiutore del Capitolo Vaticano, nonché presidente dell’associazione culturale Tota Pulchra, che raccoglie dunque l’appello di Papa Francesco di “creare tanti momenti di incontro e di amicizia, di solidarietà e di aiuto concreto”, sottolineando l’importanza della diffusione delle Arti come principio di bellezza ed espressione di “Tutti e per Tutti”. Già il Pontefice, nella copertina del suo libro “Papa Francesco. La mia idea di Arte” pubblicato congiuntamente da Mondadori e Edizioni Musei Vaticani nel dicembre 2015 – ricorda Gervais in una nota – afferma che “L’arte è come la misericordia. Non deve scartare niente e nessuno”, una frase che riassume il valore dell’arte come misericordia e speranza , rivolta soprattutto verso gli umili. “Più volte, in tal senso, l’associazione Tota Pulchra ha aiutato nel concreto gli artisti sostenendo, attraverso importanti eventi e rassegne, anche quelli più indigenti e in difficoltà, perché il senso di appartenenza al bello potesse raggiungere tutti, verso più ampi e universali valori”, ricorda il presule, sottolineando che “l’arte esprime la bellezza della fede e della creazione, ed è necessario sempre più condividere con tutti il suo valore e la sua nobile funzione come strumento di speranza e comunicazione col la realtà sociale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa