Giornata mondiale poveri: Genova, oggi il card. Bagnasco benedirà nuova accoglienza notturna in Posta Vecchia e poi celebrerà Messa in cattedrale

La prima Giornata mondiale dei poveri sarà celebrata in tutte le parrocchie dell’arcidiocesi di Genova. “In questo Giornata non verranno effettuate raccolte – spiega mons. Marino Poggi , vicario episcopale per la testimonianza e il servizio della carità e direttore della Caritas diocesana -. Il Papa ci chiama infatti a considerare il povero non solo come ricettore di benefici ma come un compagno di viaggio, qualcuno con il quale stringiamo amicizia e che sappiamo guardare negli occhi”. È dunque, si legge in una nota della diocesi, “una giornata di sensibilizzazione per comprendere che la relazione con la persona povera deve andare al di là dell’aiuto materiale, pur indispensabile, e coinvolgere tutta la vita.
Già oggi, due momenti segneranno l’avvio della Giornata, alla presenza dell’arcivescovo, il card. Angelo Bagnasco. Alle ore 17, infatti, il cardinale benedirà la nuova “Accoglienza notturna di Posta Vecchia in Centro storico”, presso la parrocchia di S. Maria delle Vigne, “una delle due opere-segno volute dal Congresso eucaristico nazionale, svoltosi a Genova nel settembre 2016 – ricorda la nota -. Genova, dunque, coglie la Giornata mondiale voluta da Papa Francesco per confermare l’impegno assunto con il Congresso di moltiplicare la sua relazione con le persone povere e più emarginate. La nuova accoglienza mette a disposizione 11 posti in seconda accoglienza”. Alle ore 18, poi, l’arcivescovo presiederà la S. Messa nella cattedrale di San Lorenzo, a cui sono invitati tutti ed in particolar modo gli operatori di carità. Infine, per far conoscere i contenuti e le finalità della Giornata, la diocesi ha predisposto la diffusione gratuita di 3.000 copie del Messaggio del Papa, alle parrocchie e a quanti parteciperanno alla S. Messa in cattedrale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa