Diocesi: Lucera-Troia, domani al via la prima Settimana Biblica, dal tema “Dalla Parola di Dio, la Chiesa viene adunata e i suoi figli rigenerati”

Da domani al 25 novembre, la diocesi di Lucera-Troia è chiamata a vivere la sua prima Settimana Biblica, fortemente voluta dal vescovo Giuseppe Giuliano sin dal suo insediamento in diocesi, il 4 febbraio scorso. L’iniziativa è nata come una risposta all’invito che Papa Francesco ha lanciato a conclusione del Giubileo della misericordia, con la pubblicazione della lettera apostolica “Misericordia et misera”, nella quale auspica per ogni comunità cristiana una domenica dell’Anno liturgico come dedicata interamente alla Parola di Dio. Non un solo giorno, ma un’intera settimana ha pensato e vuole far vivere mons. Giuliano in diocesi, perché “l’ignoranza delle Scritture – afferma il vescovo, citando san Girolamo – è ignoranza di Cristo”. “L’analfabetismo della fede e dei contenuti della fede – continua Giuliano – trova in questa estraneità una sua certa spiegazione: star lontani dalle Scritture significa star lontano dal Dio da cui la fede prende origine e a cui la fede ci conduce”. Una proposta per tutti, quasi un’abitudine per la chiesa diocesana che, da quest’anno, vuole celebrare a completamento di ogni anno liturgico. Questo primo tema è tratto dal punto 11 del documento di base della Cei, “Il Rinnovamento della Catechesi”: “Dalla Parola di Dio, la Chiesa viene adunata e i suoi figli rigenerati”. La Chiesa, infatti, “si rinnova proprio in e dall’ascolto della Parola di Dio”, evidenzia Giuliano. Il programma si avvia con l’intronizzazione del libro della Parola di Dio in ciascuna delle 33 comunità parrocchiali della diocesi, per chiudersi, nei primi vespri della solennità di Cristo Re, con una solenne liturgia della Parola in cattedrale. Affidati a diversi docenti universitari ed esperti in teologia (Antonio Pitta, Carlo dell’Osso, Renzo Infante, Diego Cappellazzo, Rocco Malatacca), gli incontri antimeridiani per il clero e pomeridiani destinati a professionisti, amministratori ed operatori culturali-pastorali delle realtà ecclesiali, saranno ricchi di spunti sulla Parola, in particolar modo sul vangelo di Marco, e sulla sua presenza nella vita cristiana, partendo proprio dal documento di base, dalla Dei Verbum e dal Catechismo della Chiesa Cattolica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa