Giornata mondiale poveri: Polonia, lettera pastorale di mons. Rys (Lodz). “Rispettare la logica dell’amore”

“L’incontro con Gesù nel povero ci impegna a rispettare la logica dell’amore: non si tratta di un solo incontro, di un momento, di una giornata dei poveri, bensì dell’incontro, dell’esperienza che possa continuare nel tempo, dell’atteggiamento coerente che cambi i nostri punti di riferimento e noi stessi in maniera durevole”: lo ha sottolineato il nuovo arcivescovo di Lodz in Polonia mons. Grzegorz Rys nella sua prima lettera pastorale “Verso il Vangelo della povertà”. Il presule esprimendo la soddisfazione perché l’inizio della sua missione coincide con la Settimana dei poveri e la Giornata mondiale dei poveri, sottolinea che gli esempi indicati da Papa Francesco sono dei santi, “che invece di aiutare i poveri di tanto in tanto, seppero condividere la vita dei diseredati”. Mons. Rys ricorda inoltre nella sua Lettera che l’anno in corso in Polonia sia dedicato a Sant’Alberto Chmielowski (1845-1916), frate francescano canonizzato da Giovanni Paolo II nel 1989 e invita i fedeli “a partecipare ad ogni azione ogni iniziativa lanciata in occasione della Giornata dei poveri”. Il Pontefice il 14 settembre scorso ha nominato a capo della diocesi di Lodz il 53enne Grzegorz Rys, finora vescovo ausiliare di Cracovia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia