This content is available in English

Giornata mondiale poveri: Austria, nelle parrocchie “tour dell’emergenza”, “arte per tutti” e per strada una tazza di tè

È un impegno nazionale quello delle parrocchie dell’Austria, delle comunità religiose e dei movimenti ecclesiali nel rispondere all’invito di Papa Francesco per la prima Giornata mondiale dei poveri: ovunque la fantasia degli austriaci produrrà occasioni concrete per favorire l’incontro e l’amicizia con le persone in stato di bisogno e modi concreti per aiutare persone in difficoltà. La tradizionale “Elisabeth Sammlung” (colletta di Elisabetta), appuntamento annuale proposto dalla Caritas alle diocesi, quest’anno coincide con la Giornata dei poveri: “L’attività proposta contro la povertà in Austria ottiene così una spinta e un forte sostegno dall’alto”, sottolinea mons. Michael Landau, presidente di Caritas Austria. Tra le attività messe in atto dalle parrocchie c’è, ad esempio, la creazione di un paniere per la raccolta di cibo e articoli per l’igiene durevoli da distribuire a chi ne avesse bisogno; saranno molti i “tour dell’emergenza” per familiarizzare con mendicanti e senza fissa dimora e per incontrare e cercare di dare aiuto a genitori single con problemi finanziari. In molti centri verranno istituiti dei fondi nei negozi e nei supermercati per permettere l’acquisto di beni di prima necessità. Tradizionale è l’acquisto da parte delle parrocchie di biglietti per teatri e concerti, con lo slogan “Arte per tutti”, che vengono distribuiti a persone in situazioni di vita precaria. Verranno inaugurati in tutta l’Austria molti nuovi rifugi per senzatetto e un tazza di tè sarà offerta per le strade in molte città dell’Austria da una famosa azienda di infusi, in accordo con la Caritas.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia