Ue: summit sociale di Göteborg. Juncker (Commissione), “momento cardine per protezione diritti e uguaglianza”

(Bruxelles) “L’Europa sta lentamente voltando pagina dopo anni di crisi economica, ma non ha ancora superato la crisi sociale più grave che generazioni abbiano conosciuto. Disoccupazione giovanile, disuguaglianza e mondo del lavoro in trasformazione sono le sfide che tutti abbiamo di fronte”. Questo lo stato d’animo espresso dal presidente della Commissione europea Jean-Claude Junker in vista del Summit sociale che si tiene domani a Göteborg, in Svezia, dove i capi di Stato e di governo, i responsabili delle istituzioni dell’Ue insieme ai partner sociali sono chiamati a “cercare soluzioni comuni” alle problematiche attuali del lavoro, grimaldello per sanare le spaccature sociali. Ha tutte le potenzialità per essere “un momento cardine” dell’impegno dell’Europa per la “protezione e il sostegno dei diritti di uguaglianza, equità e opportunità che tutti noi rappresentiamo e a cui tutti i cittadini hanno diritto”. Sarà al lavoro a Göteborg l’Europa che vuole “mettere l’interesse dei cittadini al centro” della propria agenda, ha fatto eco il primo ministro svedese Stefan Löfven, che co-presiederà il Summit. Esso dovrà segnare “miglioramenti reali” nella vita delle persone e indicare come “garantire l’accesso al mercato del lavoro, condizioni di lavoro eque e decenti, il sostegno nella transizione verso i nuovi lavori di domani”. L’incontro sarà trasmesso in diretta web (www.socialsummit17.se) “per permettere a tutti in tutta Europa di seguire la discussione”, spiega una nota da Bruxelles.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo