Università Cattolica: Gentiloni, “ripresa economica non è medaglia ma opportunità per affrontare nodi sociali”

“Se le classi dirigenti del nostro Paese vogliono ascoltare”, la ripresa economica “dice che, rimettendosi in moto, l’economia ci offre l’opportunità di affrontare i nodi sociali e cercare di mettere mano ai nodi e alle lacerazioni, ma non per tornare a dilapidare le risorse che abbiamo”. Lo afferma il premier Paolo Gentiloni, intervenuto questa mattina alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2017/2018 della sede romana dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. “Dobbiamo insistere – sostiene – in una linea di serietà e responsabilità ed essere consapevoli che il rimettersi in moto impone a chi ha responsabilità di governo e nel mondo economico e sociale una sfida nuova: ricucire quello che si era strappato”. La crescita economica, avverte, “non è una medaglia da esibire ma un’opportunità per affrontare i problemi”. “Resta in mezzo a noi – prosegue – la sfida di rispondere a questo che Papa Francesco ha definito un cambiamento d’epoca” che come tale “impone sfide nuove che occorre raccogliere”. Tra queste quella dell’identità, ossia “la nostra capacità di essere in Europa senza perdere le nostre radici, cultura, storia”. Quindi il futuro del lavoro: “Le riprese economiche possono essere senza lavoro ma per fare in modo che non sia così chi ha responsabilità di governo deve intervenire sulle forme di esclusione e povertà” evitando che “si crei un fossato tra élite cosmopolite digitali che governeranno il mondo e masse di lavoratori sfruttati e sottopagati”. Terza sfida “il capitale umano e la sua qualità”. “Occorre – conclude – far sì che il progresso produca opportunità positive anziché nuova solitudine e frustrazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia