Università Cattolica: card. Baldisseri, “c’è bisogno di una nuova classe dirigente. Giovani siano lievito di cambiamento”

Un invito agli studenti dell’Università Cattolica, che da sempre ha un rapporto privilegiato con il Papa, a partecipare al Sinodo su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale” in programma a ottobre 2018. A rivolgerlo è questa mattina il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, nell’omelia della celebrazione eucaristica presieduta nella chiesa centrale della sede romana dell’Ateneo per l’inaugurazione dell’anno accademico 2017-2018. “Questo centro accademico ha l’ambizione e, in un certo senso, la vocazione di formare la classe dirigente di domani”, prosegue Baldisseri ricordandone la nascita, quasi un secolo fa, “nel difficile periodo del primo dopoguerra”. “I suoi fondatori – prosegue – sono stati mossi dalla convinzione che sia possibile, e anzi necessaria, l’alleanza fra i valori del cattolicesimo da una parte e la scienza, l’arte e la cultura dall’altra”. La sua vocazione oggi “deve interpellare tutti, docenti, ricercatori, ma soprattutto gli studenti universitari”. Di qui l’auspicio che le attese della Chiesa e della società civile non siano eluse: “Oggi più che nel passato c’è bisogno di donne e di uomini competenti, disinteressati e coraggiosi, capaci di servire con dedizione la res publica”. La crisi delle istituzioni, che “alimenta ogni giorno la disaffezione, la sfiducia e la protesta, potrà forse essere superata solo con l’avvento di una nuova classe dirigente: nuova non soltanto dal punto di vista anagrafico, nuova soprattutto nella mentalità, nei valori e nelle aspirazioni”. Richiamando i riferimenti al distacco dei giovani nei confronti delle istituzioni, contenuti nel Documento preparatorio della prossima Assemblea sinodale, Baldisseri avverte: oggi c’è bisogno di “una nuova classe dirigente” e proprio le nuove generazioni “possono e devono diventare lievito di cambiamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia