Plenaria Pcc: Marion (psicanalista), “biotecnologie impattano su soggettività profonda più di quanto si creda”

Per Paola Marion, psicanalista e membro della Consulta scientifica della Fondazione “Il Cortile dei Gentili”, pratiche come la fecondazione eterologa, la maternità surrogata, l’esperienza del trapianto “possono essere molto difficili da sopportare perché hanno ricadute sui nuclei della soggettività più profonda e rischiano di modificare il nostro scenario antropologico”. Come ci cambiano le biotecnologie? Quanto il soggetto umano mantiene una sua identità personale? Quanto il soggetto umano può tollerare i cambiamenti legati al progresso scientifico e tecnologico che impattano sul nucleo della sua soggettività? “È tutto molto meno semplice di quanto la vulgata e i media facciano intendere”, assicura l’esperta, intervenuta stasera all’assemblea plenaria del Pontificio Consiglio della cultura (Pcc), in corso a Roma.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia