Papa Francesco: udienza, “la Messa è la preghiera per eccellenza”

foto SIR/Marco Calvarese

“La Messa è preghiera, anzi, è la preghiera per eccellenza, la più alta, la più sublime, e nello stesso tempo la più concreta. È l’incontro d’amore con Dio mediante la sua Parola e il Corpo e Sangue di Gesù”. Lo ha detto il Papa, nella catechesi dell’udienza di oggi. “Che cosa è veramente la preghiera?”, la domanda a cui rispondere: “È anzitutto dialogo, relazione personale con Dio. È un incontro con il Signore. E l’uomo è stato creato come essere relazionale personale con Dio, che trova la sua piena realizzazione solamente nell’incontro con il suo Creatore”. “La strada della vita è verso l’incontro definitivo col Signore”, ha aggiunto Francesco a braccio, ricordando che nel Libro della Genesi “si afferma che l’uomo è stato creato a immagine e somiglianza di Dio, il quale è Padre e Figlio e Spirito Santo, una relazione perfetta di amore che è unità”. “Da ciò possiamo comprendere che noi tutti siamo stati creati per entrare in una relazione perfetta di amore, in un continuo donarci e riceverci per poter trovare così la pienezza del nostro essere”, ha spiegato il Papa: “Quando Mosè, di fronte al roveto ardente, riceve la chiamata di Dio, gli chiede qual è il suo nome, ed egli risponde: ‘Io sono colui che sono’. Questa espressione, nel suo senso originario, esprime presenza e favore, e infatti subito dopo Dio aggiunge: ‘Il Signore, il Dio dei vostri padri, Dio di Abramo, Dio di Isacco, Dio di Giacobbe’. Così anche Cristo, quando chiama i suoi discepoli, li chiama affinché stiano con lui”. “Questa dunque è la grazia più grande”, ha spiegato Francesco: “Poter sperimentare che la Messa, l’Eucaristia è il momento privilegiato per stare con Gesù, e, attraverso di lui, con Dio e con i fratelli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia