Giornata mondiale poveri: Torino, domenica 19 novembre 50 persone senza fissa dimora a pranzo con mons. Nosiglia. Iniziative anche al Cottolengo

In occasione della prima Giornata mondiale dei poveri, indetta da Papa Francesco per domenica prossima 19 novembre, l’arcivescovo di Torino, mons. Cesare Nosiglia, “invita parrocchie, comunità religiose e associazioni a sottolineare l’evento con qualche segno che esprima la concreta vicinanza ai fratelli che vivono in povertà”. Proprio domenica 19, alle 12.30, mons. Nosiglia pranzerà con una cinquantina di persone senza dimora, nei locali di via Arcivescovado 12C, Nel pomeriggio, alle 15.30 in Cattedrale, mons. Nosiglia ordinerà cinque diaconi permanenti. “Tale segno – prosegue la nota – vuole promuovere nella Chiesa torinese una particolare attenzione e sollecitudine verso chi è più in difficoltà”. Dopo la celebrazione, l’arcivescovo sarà ospite e commensale con alcune persone che rivestono incarichi istituzionali e con fratelli in difficoltà, ad un momento di preghiera e di convivialità organizzato dal padre generale del Cottolengo, padre Carmine Arice, in collaborazione con la Caritas diocesana. Dalle 16, presso la chiesa della Piccola Casa, comunità parrocchiali e religiose, associazioni e persone accolte nei servizi di carità potranno ascoltare tre testimonianze di vita (un senza dimora, una coppia anziana e un carcerato). Saranno presenti anche il sindaco di Torino, Chiara Appendino, l’assessore comunale Sonia Schellino e gli assessori regionali Augusto Ferrari e Giovanna Pentenero. Seguirà la celebrazione della Santa Messa. Al termine, mons. Nosiglia rivolgerà un saluto e un messaggio ai presenti. Alle 18.30, poi, la “merenda sinoira” per un gruppo di invitati che rappresentano tutte le realtà sociali di Torino.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia