This content is available in English

Giornata mondiale poveri: Polonia, una settimana dedicata alle persone indigenti. Attività di Caritas e parrocchie

“Nonostante siano spesso invisibili, fanno parte della nostra società perché siamo un’unica grande famiglia”: lo ha sottolineato il direttore della Caritas polacca, don Marcin Izycki, inaugurando al santuario mariano di Jasna Gora le celebrazioni della Settimana dei poveri che culminerà domenica 19 novembre con la prima Giornata dei poveri voluta da Papa Francesco. “L’uomo moderno ha la tendenza a chiudersi nel proprio ambiente senza vedere coloro che gli stanno accanto”, ha aggiunto il sacerdote rivolgendosi ai partecipanti al dodicesimo pellegrinaggio nazionale dei senzatetto. In Polonia, i senza fissa dimora, secondo i dati del governo, superano i 33mila, di cui oltre l’85 per cento sono uomini. E soprattutto a loro hanno pensato gli organizzatori di numerose iniziative di sostegno medico, psicologico e materiale che in molte città polacche vengono promosse nell’arco della Settimana dei poveri da varie associazioni religiose e gruppi di fedeli. Sebbene i dati statistici più recenti (del 2016) dimostrino un relativo miglioramento della situazione materiale di numerosi segmenti della società polacca, il 5 per cento dei polacchi a tutt’oggi si trova in stato di povertà assoluta, mentre il 14 per cento vive nello stato d’indigenza relativa. Il miglioramento della situazione economica dovuto alle politiche sociali dell’attuale governo ha interessato soprattutto le famiglie numerose, quelle con persone disabili a carico, e i residenti nei centri al di sotto di 20mila abitanti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia