Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Ue: Gozi (governo), “forte sostegno” alla candidatura di Milano per l’agenzia del farmaco

(Strasburgo) “Forte sostegno” alla candidatura di Milano per la sede dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco; sì alle liste transnazionali per l’elezione del Parlamento europeo fra due anni; convinzione che la manovra economica del governo vada nella giusta direzione. Tutti temi affrontati da Sandro Gozi, sottosegretario agli affari europei del governo italiano, che oggi a Strasburgo ha avuto una serie di colloqui con eurodeputati ed altri esponenti delle istituzioni Ue. Interpellato su un severo giudizio che sarebbe stato espresso dal commissario Ue Jyrki Katainen sui conti pubblici italiani (“la situazione non migliora”), Gozi afferma: “Noi diciamo sempre la verità agli italiani e quindi non so cosa intenda dire Katainen. Restiamo fiduciosi che il progetto di legge di bilancio vada nella giusta direzione”. “Come sempre il dialogo con la Commissione prosegue per giungere a una soluzione positiva”. Gozi si porta poi sul tema delle liste transazionali, delle quali si discute da tempo in sede Ue. Le posizioni più europeiste sono favorevoli, per dare un vero respiro europeo alle votazioni del 2019 (benché il Ppe, diviso al suo interno, per ora sia contrario).
Gozi osserva dunque che “secondo noi è fondamentale che ci sia una scelta netta a favore delle liste transnazionali”, dopo il Brexit”, e che riguardino almeno “una trentina di seggi”. Si tratterebbe, secondo il sottosegretario, di “un passaggio politico simbolico, occasione che non dobbiamo perdere per creare un embrione di veri partiti politici europei”. Sull’Ema a Milano parla di “scelta che andrebbe a favore dell’operatività dell’agenzia”, e quindi degli interessi generali europei.

© Riproduzione Riservata
Europa