Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Parlamento Ue: plenaria a Strasburgo, in emiciclo discussione sullo stato di diritti in Polonia e a Malta

La plenaria del Parlamento Ue a Strasburgo (foto Parlamento europeo)

(Strasburgo) Regole per gli acquisti on line a difesa dei consumatori, norme antidumping per tutelare occupazione e industria europee, riforma del sistema di asilo, dispositivi per la sicurezza stradale. Sono alcuni degli argomenti che infittiscono l’ordine del giorno della plenaria dell’Europarlamento, che ha preso avvio oggi pomeriggio e che proseguirà fino a giovedì 16 novembre. Ma si aggiungono diversi argomenti marcatamente “politici”. Come la discussione di mercoledì, seguita da voto in aula di una risoluzione, sullo stato di diritto in Polonia. Analogo tema riguarda Malta (discussione martedì, votazione in emiciclo mercoledì) a seguito dell’assassinio della reporter investigativa Daphne Caruana Galizia. Subito dopo il dibattito si terrà una cerimonia, in presenza del presidente Tajani e della famiglia di Caruana Galizia, per attribuire ufficialmente il nome della giornalista alla sala delle conferenze stampa del Parlamento europeo a Strasburgo (la sala stampa di Bruxelles ha preso il nome della giornalista russa Anna Politovskaya, in seguito al suo assassinio). Fra l’altro i leader dei gruppi politici del Parlamento hanno convenuto che nelle prossime settimane una delegazione di deputati si recherà a Malta “per valutare più da vicino – spiega un comunicato – la situazione e raccogliere informazioni sul caso” di Caruana Galizia. Altro tema delicato: i cosiddetti “Paradise Papers”, ovvero i “documenti finanziari trapelati di recente che rivelano i fondi nascosti delle élite mondiali”, che saranno oggetto domani di un dibattito urgente in plenaria.

© Riproduzione Riservata
Europa