Legge di Bilancio: Anci, “rendere efficace la riforma Delrio sulle città metropolitane”. “È follia l’obbligo per le gestioni associate, ripartire dalla volontarietà”

“Abbiamo già chiesto misure per far sì che le città metropolitane possano finalmente vedere una ripresa economica, stiamo chiudendo i bilanci con molta difficoltà sempre facendo ricorso agli avanzi degli anni precedenti. Nella legge di stabilità alcune misure devono essere adottate, anche per rendere efficace la riforma Delrio delle città metropolitane, altrimenti rischiamo di non poter più erogare servizi”. Lo afferma il sindaco di Roma, Virginia Raggi, a margine del suo intervento oggi alla Camera dei deputati, dove 600 sindaci hanno portato il proprio contributo alla discussione sul futuro delle città e sulla Legge di bilancio. Dalle grandi città ai piccoli centri, l’ulteriore esigenza emersa è quella descritta da Emiliano Deiana, sindaco di Bortigiadas e presidente di Anci Sardegna: “Bisogna porre fine, con una norma chiara, alla follia dell’obbligo per le gestioni associate: dobbiamo ripartire dalla volontarietà”. Secondo Deiana, inoltre, “nella legge di bilancio ci sono ancora molte questioni inevase che riguardano i Comuni, a partire dal blocco per l’utilizzo degli avanzi di bilancio”. L’esponente di Anci Sardegna, infine, invoca la necessità di “porre fine alla penalizzazione delle province siciliane e sarde nei provvedimenti con cui si distribuiscono risorse su base regionale”. “È necessario anche – aggiunge la sindaca di Mirano e presidente di Anci Veneto, Maria Rosa Pavanello – incrementare gli spazi finanziari concessi ai Comuni e tener conto degli aumenti contrattuali dei dipendenti degli enti locali, intervenendo per aiutare la spesa corrente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo