Infanzia: Unicef, fino al 19 novembre la Rai sostiene la campagna per i “bambini sperduti”. Raccolta fondi al numero 45566

La Rai, con il supporto di Responsabilità Sociale Rai, sostiene da oggi al 19 novembre la campagna di raccolta fondi dell’Unicef a favore di tanti bambini “sperduti” in tutto il mondo, colpiti da conflitti, violenze, calamità o povertà, alla ricerca di una vita migliore. Per sostenere l’Unicef, impegnata ogni giorno a raggiungere questi bambini, è possibile donare nel corso di questa settimana 2 euro per ciascun sms inviato al 45566 da cellulari Wind Tre, Tim, Vodafone, CoopVoce e PosteMobile e 5 o 10 euro per ciascuna chiamata effettuata allo stesso numero da rete fissa Tim, Wind Tre e Vodafone (2 euro da rete fissa PosteMobile). “I fondi raccolti – si legge in una nota – saranno destinati a vaccinare, fornire acqua potabile e cibo, curare, proteggere e garantire l’istruzione a tanti bambini e adolescenti sperduti”. In particolare, i fondi sosterranno progetti in Siria (sette anni di guerra hanno colpito 6 milioni di bambini e un’intera generazione rischia di non avere un futuro), Kenya (per la siccità prolungata e la conseguente crisi alimentare oltre 370mila bambini hanno bisogno di terapie nutrizionali contro la malnutrizione acuta), Brasile (nelle favelas di Rio de Janeiro e San Paolo e nella regione semiarida del Sertao, programmi di nutrizione, acqua potabile e per la creazione di spazi sicuri dove bambini e adolescenti possano andare a scuola e imparare al riparo da violenza ), Italia (sostegno a minorenni stranieri non accompagnati). Sabato 18, Rai Uno manderà in onda dalle 21.25 “Prodigi – La musica è vita”; protagonisti della serata saranno giovani talenti nel campo della musica, della danza, del canto e tanti testimonial Unicef. “Durante la trasmissione – conclude la nota – verranno raccontate alcune storie di bambini e ragazzi che, dopo aver affrontato i drammi della guerra, della povertà e della violenza, hanno trovato nell’arte nuove speranze e nuove opportunità di crescita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo