This content is available in English

Germania: 70 anni della Federazione giovani cattolici tedeschi. Norpoth (presidente), “ruolo nella Chiesa e nella società”

La Federazione dei giovani cattolici tedeschi (Bdkj) ha iniziato sabato 11 novembre, con una manifestazione ad Hardehausen, le celebrazioni per il 70° anniversario dalla sua fondazione, avvenuta nel 1947. Alla cerimonia, che si è tenuta nella cittadina della arcidiocesi di Paderborn dove venne fondata la Bdkj, si sono ritrovati 120 testimoni di sette generazioni di giovani tedeschi della storia passata e presente della federazione, che svolge un ruolo di raccordo tra 17 associazioni giovanili cattoliche e che conta 660.000 membri, rendendola una delle realtà giovanili più importanti della Germania con il motto “Unità nella diversità”. La presidente nazionale, Katharina Norpoth, ha espresso la continuità nella storia da parte della Bdkj: “Cristo vivo nella gioventù tedesca, lo slogan della Bdkj fin dalla sua creazione è oggi la sua missione: l’impegno nei confronti dei bambini, degli adolescenti e dei giovani-adulti. Vediamo le sfide e i compiti che ci stanno davanti nella chiesa, nel Paese e nella società. E ci faremo sentire anche in futuro”. Il vescovo di Passau, mons. Stefan Oster, responsabile della pastorale giovanile della Conferenza episcopale tedesca, ha inviato un messaggio di auguri alla Bdkj: “La Federazione dei giovani cattolici tedeschi è una voce importante nella nostra chiesa. La Bdkj rappresenta il desiderio di stare ritti nella fede in Cristo e molti giovani nelle nostre organizzazioni sono presenti nella Chiesa e nella società e ciò è particolarmente importante, prezioso e necessario nella nostra società pluralistica e libera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo