Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Azzardo: mons. Feroci (Caritas Roma), “sciacallaggio sui poveri”

“Preoccupa che la città di Roma stia diventando la Capitale europea dell’azzardo, dove le famiglie, gli anziani, i poveri e chi è disperato si sta rovinando con questa realtà. C’è uno sciacallaggio sui poveri”. Lo ha detto questa mattina mons. Enrico Feroci, direttore della Caritas di Roma, in occasione della presentazione del rapporto “La povertà a Roma: un punto di vista”, alla Pontificia Università Lateranense. Il report indica le somme che il gioco d’azzardo ha movimentato nel Lazio nell’ultimo anno: 7,8 miliardi di euro. “Il giocatore in media è maschio, ha più di 40 anni e un titolo di studio medio-basso”. Al centro del nuovo piano pastorale della Caritas, anche l’attenzione per le famiglie. “Non lasciamo soli soprattutto i genitori che hanno bisogno di aiuto nell’educazione dei loro figli – ha sottolineato mons. Feroci – e quelle in difficoltà, che, ad esempio, arrivano in città perché hanno un bambino che deve essere operato o ricoverato in ospedale. Noi possiamo essere di supporto non solo dando una stanza o un luogo dove mangiare o dormire, ma facendo intorno una rete di solidarietà e di amicizia, perché possano essere sostenuti. Una forma di accoglienza secondo cui la famiglia accoglie un’altra famiglia perché possa esserle di supporto nelle difficoltà che possano sopravvenire”. Tra le altre emergenze segnalate dal rapporto della Caritas diocesana, quelle vissute dagli anziani. “Il dato più preoccupante è che a Roma vivono tantissimi anziani, ma la nostra non è una città a dimensione di anziani o che dà loro supporto”.

© Riproduzione Riservata
Italia