Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Summit disarmo: Fihn (Ican-Nobel pace), “ora convincere gli Stati a ratificare il Trattato”

“È molto significativo essere oggi in Vaticano e sostenere la leadership di Papa Francesco nella sua lotta agli armamenti nucleari. Dobbiamo arrivare al disarmo integrale, non solo di una parte di armamenti, non ci possono essere eccezioni alle leggi internazionali”. Lo ha detto parlando ai giornalisti Beatrice Fihn, direttore esecutivo dell’International campaign to abolish nuclear weapons (Ican) che ritirerà il 10 dicembre a Oslo il Premio Nobel per la pace assegnato ad ottobre. Fihn interverrà oggi pomeriggio alla conferenza sul disarmo nucleare convocata oggi e domani in Vaticano da Papa Francesco e dal Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale.  “Questo tema sta emergendo all’attenzione dell’opinione pubblica – ha osservato -. Noi vediamo un trend molto negativo con l’aumento del rischio di una guerra nucleare, per cui è positivo che le maggiori potenze del mondo stiano lavorando per un Trattato che porti all’abolizione delle armi nucleari. Dobbiamo esercitare la nostra leadership e convincere gli Stati a ratificarlo”. Il 7 luglio 2017 la comunità internazionale ha infatti ripudiato l’uso delle armi nucleari con 122 voti a favore, 1 astensione e 1 voto contrario. Almeno 50 Stati devono ratificare il Trattato, finora solo 3 l’hanno fatto.

© Riproduzione Riservata
Chiesa