Caritas Piacenza: sabato 14 ottobre convegno sulla povertà. Sempre più persone senza beni primari

Aumenta il numero di persone e di famiglie che devono rinunciare ai beni primari, a Piacenza. Il tasso di deprivazione materiale, che tiene conto anche della possibilità di fare un pasto adeguato almeno una volta ogni due giorni, dal 2008 al 2013 è raddoppiato, passando dall’8% al 16,4%. Il dato è contenuto nel quarto rapporto “La città in controluce: volti, legami, storie di povertà a Piacenza”, che sarà presentato, sabato 14 ottobre, al centro “Il Samaritano”, in occasione del convegno delle Caritas parrocchiali, aperto dal vescovo mons. Gianni Ambrosio. Ad anticipare la notizia è il settimanale diocesano “Il Nuovo Giornale”. In base al rischio di povertà, nel Piacentino le persone che vivono sotto questa soglia sarebbero tra le 27.200 prima della crisi e le 28.700 alla fine della crisi, passando dal 9,8% del 2008 al 10,1% del 2016. Quelle che risultano vivere in una situazione di deprivazione materiale invece sono aumentate da 22.200 a 47.000.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia