Beato Toniolo: Pieve di Soligo, sabato la serata finale con i vincitori del Premio 2017

Stefano Zamagni per la sezione nazionale “Pensiero”; Rina Biz, fondatrice e guida fino al 2013 della cooperativa “Insieme Si Può”, dal 2004 presidente della Fondazione “Ispirazione”, per la sezione regionale “Azione & Testimoni”; la laureata all’Università di Padova Giulia Pagotto, per la tesi su “La cooperazione nella Marca Trevigiana: la Latteria di Soligo e la sua storia esemplare”, per la sezione diocesana “Giovani”; don Guido Bucciol, parroco a Torre di Fine (Eraclea), per la sua tesi del 1975 su “La democrazia in Giuseppe Toniolo” e il suo impegno per diffondere il pensiero del grande economista trevigiano, come premio speciale “Una vita con Giuseppe Toniolo”. Sono i vincitori del Premio Toniolo 2017, proclamati, sabato sera, alla cerimonia finale del riconoscimento, dedicato quest’anno al valore della cooperazione. L’appuntamento si è svolto nell’auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo, nella diocesi di Vittorio Veneto.
Zamagni, nel suo intervento, ha ricordato l’esempio sofferto dello studioso Toniolo nell’Università di Pisa, l’ingiusto oblio che l’ha accompagnato per diverso tempo, la necessità di reinterpretare l’attualissimo messaggio economico e sociale alla luce delle sfide attuali, “perché il Toniolo non è un santino o una figura da archivio o museo, ma una personalità straordinariamente viva per la ricchezza e la capacità di futuro delle sue intuizioni e del suo insegnamento cristianamente ispirato”. L’economista, parlando della crisi economica e finanziaria, ha sottolineato il valore essenziale e ancora innovativo della presenza della cooperazione “fatta bene, con studio continuo e aggiornamento costante”. Alla serata hanno partecipato anche i presidenti di realtà cooperative di ispirazione cristiana della Marca Trevigiana a confrontarsi sui programmi attuali e le strategie per il futuro delle loro aziende, secondo lo slogan “Fedeltà è cambiamento” che sarà al centro del prossimo Festival della Dottrina sociale della Chiesa a Verona a fine novembre. Don Andrea Forest, delegato vescovile per la pastorale sociale e del lavoro, ha spiegato i temi della Settimana sociale di Cagliari, alla quale seguirà quella diocesana vittoriese a inizio febbraio 2018, e ha pure annunciato che la terza edizione del Premio Toniolo sarà incentrata su pace e cooperazione internazionale. Il vescovo di Vittorio Veneto, mons. Corrado Pizziolo, ha espresso vivo apprezzamento per il Premio e per tutte le iniziative collegate volte a promuovere il beato Toniolo e la dottrina sociale cristiana. Prima del Premio il vescovo di Verona, mons. Giuseppe Zenti, ha presieduto in duomo a Pieve di Soligo la concelebrazione eucaristica nel 99° anniversario della morte di Toniolo: durante l’omelia ha auspicato che oggi “sorgano ovunque tanti Giuseppe Toniolo capaci di mettersi in rete al servizio dei grandi ideali cristiani e del bene comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia