Strage di Las Vegas: il vescovo, “Dio grida con le nostre lacrime. In questa tragedia è con noi”

(da New York) “Dio grida con le nostre lacrime e in questa tragedia Lui è con noi”, così ha pregato monsignor Joseph A. Pepe, vescovo di Las Vegas, durante la veglia di preghiera interreligiosa tenutasi lunedì sera nella cattedrale degli Angeli Custodi, per ricordare le 59 vittime e gli oltre 500 feriti della sparatoria di domenica sera, quando Stephen Paddock ha aperto il fuoco per dieci minuti consecutivi sugli spettatori di un festival di musica country. Monsignor Pepe ha elogiato il lavoro dei primi soccorritori che “hanno rischiato la propria vita per salvare la vita degli altri”, e quello dei medici che hanno lavorato nell’emergenza “mettendo a disposizione tutte le loro capacità per salvare tante vite umane”. E infine ha voluto ricordare tutti quelli che hanno offerto il loro aiuto all’altro, magari sconosciuto, superando la paura per offrire “la cura, dando prova di essere memorie viventi del Buon Samaritano”. “Siamo riunite persone di tutte le fedi, le razze per pregare per l’unità della nostra comunità di Las Vegas – ha continuato il vescovo – e stiamo in piedi insieme, come segni viventi di speranza perché non possiamo lasciare che l’odio e la violenza abbiano l’ultima parola”. Infine il ricordo è andato a tutti coloro che quotidianamente soffrono per la violenza. “Dobbiamo trovare modi per lavorare insieme e guarire il nostro mondo – ha concluso – perché nessuno debba soffrire quello che abbiamo sofferto noi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo