Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Catalogna, verso la proclamazione di indipendenza. Ius soli, ministro Delrio aderisce allo sciopero della fame

Catalogna. “Il re ci ha deluso”, lunedì l’annuncio di indipendenza in Parlamento a Barcellona

Il re doveva “rispettare tutti i catalani”, ha invece deciso solo di sostenere le tesi di Madrid e quindi “ha deluso tante persone” che spesso sono state al suo fianco. Così il presidente catalano Carles Puigdemont in un incontro stampa a Barcellona. Intanto, la Candidatura d’Unitat Popular (Cup), il partito della sinistra indipendentista catalana, sostiene che alla plenaria del Parlamento di Barcellona lunedì si “proclamerà l’indipendenza e la Repubblica catalana”. Lo afferma la deputata Mireia Boya, riconoscendo, però, che non c’è accordo tra i partiti indipendentisti su questo punto. Il governo spagnolo sta comunque valutando diverse opzioni per una risposta legale proporzionata a un’eventuale dichiarazione di indipendenza da parte del governo regionale catalano, mossa considerata illegale oltre ogni proporzione. Lo si apprende da fonti del governo di Madrid. Le misure evocate potrebbero arrivare dall’attivazione dell’articolo 155 della costituzione spagnola, fino a un’eventuale sospensione dell’autonomia regionale catalana. Le stesse fonti del governo di Madrid sottolineano peraltro di avere finora agito in maniera proporzionata e legale.

Ius soli. Ministro Delrio aderisce allo sciopero della fame. Il 13 ottobre il “Cittadinanza Day”

“Allo sciopero della fame a staffetta che inizia giovedì 5 ottobre, per sostenere la discussione in Aula e la fiducia sul provvedimento dello Ius Soli, aderiscono anche il ministro Graziano Delrio e i sottosegretari Benedetto Della Vedova e Angelo Rughetti. E decine e decine di senatori e deputati”. Lo rende noto il senatore del Partito democratico Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti umani a Palazzo Madama. “Questi sono giorni decisivi per la sorte dello Ius soli: è necessario impedire che si chiuda lo spiraglio, pur esile, che sembra essersi aperto. A partire da domani (oggi per chi legge, ndr) cominceremo uno sciopero della fame a staffetta senatori e deputati, insieme a tutti quei cittadini che ritengono quella sullo Ius soli una legge ragionevole e saggia”, spiega Manconi. “L’iniziativa – afferma – raccoglie il testimone del digiuno attuato il 3 ottobre, da oltre 900 insegnanti in tante scuole italiane a sostegno del provvedimento”. Il 13 ottobre tutti davanti a Montecitorio per il Cittadinanza Day. È l’iniziativa promossa dalla rete “Insegnanti per la cittadinanza” di maestri e professori di diverse scuole italiane.

Brasile. Arrestato l’ex terrorista Battisti, tentava fuga in Bolivia

L’ex terrorista Cesare Battisti è stato arrestato nella città di Corumbà, alla frontiera tra Brasile e Bolivia. Secondo la versione online del quotidiano “O Globo”, le autorità brasiliane sarebbero convinte che l’ex membro dei Proletari armati per il comunismo (Pac) stesse cercando di fuggire in Bolivia. L’italiano sarebbe stato fermato dalla polizia stradale federale durante un normale blitz. Condannato all’ergastolo in via definitiva per quattro omicidi commessi durante gli anni di piombo, Battisti nel 2010 ha ottenuto lo status di rifugiato politico in Brasile dall’ex presidente della Repubblica, Luiz Inacio Lula da Silva.

Bangladesh. Onu chiederà 430 mln di aiuti per l’accoglienza dei Rohingya

L’Onu chiederà 430 milioni di dollari in aiuti alla comunità internazionale per rispondere alla crisi dei Rohingya e sostenere gli sforzi del Bangladesh che sta accogliendo i rifugiati in fuga dalla Birmania. Lo ha detto il capo dell’agenzia umanitaria Onu per le emergenze e gli affari umanitari, Mark Lowcock, precisando che lancerà l’appello il 23 ottobre a Ginevra.

Corea Nord. Giappone acquista dagli Usa 56 missili per un importo pari a 113 milioni di dollari

Il governo giapponese ha acquistato 56 missili a media gittata dagli Stati Uniti per fronteggiare la minaccia proveniente dalla Corea del Nord. Lo ha annunciato il Dipartimento di Stato americano, spiegando che la dotazione dei missili avanzati aria-aria a medio raggio AIM-120C-7 “servirà al Giappone a munirsi di importanti capacità di difesa per garantire la sicurezza del proprio territorio e la protezione del personale militare Usa”. L’importo speso dal governo di Tokyo è pari a 113 milioni di dollari, l’equivalente di 96 milioni di euro, e include supporto logistico e tecnico, con forniture supplementari per la manutenzione. In un comunicato, le forze di autodifesa giapponesi hanno aggiunto che “i nuovi apparati verranno assorbiti e aggiunti alla propria dotazione senza alcuna difficoltà”.

Mandragora negli spinaci, 5 in ospedale. Ritirato un lotto di surgelati Bonduelle

Sono state delle foglie di mandragora, erba a cui nell’antichità erano attribuiti poteri magici ma in realtà velenosa, mischiate a spinaci surgelati comperati al supermercato, a causare lo scorso 30 settembre il ricovero di un’intera famiglia al Fatebenefratelli di Milano. Il padre, 60 anni, la madre di 55 e i figli, di 16 e 18 anni, sono dovuti ricorrere alle cure del Pronto soccorso perché manifestavano confusione mentale e amnesia, a vari livelli gravità, dopo aver mangiato una confezione di spinaci surgelati acquistati al supermercato. Il ministero della Salute ha pubblicato un richiamo per il ritiro dai supermercati di un lotto di spinaci millefoglie surgelati Bonduelle per “sospetta presenza di foglie di mandragora”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo