Poveri: Acli Roma, domani la “Sagra dell’arancino solidale” nella parrocchia di San Gelasio I Papa

Acquistare due arancini e lasciarne uno a disposizione delle persone meno fortunate. È la proposta delle Acli di Roma e provincia che promuovono domani, venerdì 6 ottobre, alle 17.30, nella parrocchia di San Gelasio I Papa la “Sagra dell’arancino solidale”. L’iniziativa, che si svolge nell’ambito della festa parrocchiale, ha l’obiettivo di aiutare tanti poveri e bisognosi del quartiere. L’intero ricavato della festa, invece, andrà a sostenere le attività di solidarietà proposte durante l’anno dalla parrocchia. “Questa iniziativa ci darà anche l’opportunità di non ‘sprecare’ la generosità di tante persone, che potranno aiutare in maniera concreta chi è meno fortunato di loro, permettendo di mangiare un alimento buono e nutriente”, dichiara Lidia Borzì, presidente delle Acli di Roma e provincia. “L’attenzione agli ultimi, agli emarginati dalla società, agli scartati, come spesso ama dire Papa Francesco – afferma il parroco, don Giuseppe Raciti – è per questa parrocchia della periferia romana un impegno primario. La parrocchia di San Gelasio si impegna a ridare dignità e far uscire dall’anonimato sociale i diversi immigrati che abitano il nostro territorio e i detenuti di Rebibbia con i quali intratteniamo delle relazioni che superano i muri”. Nel corso dell’evento verrà anche donato, da parte delle Acli di Roma, un defibrillatore che rimarrà a disposizione della parrocchia per le attività sportive proposte.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo