Danimarca: Holte, nuovo monastero per le missionarie del Preziosissimo sangue. “Centro spirituale per tutti”

Suor Maria Georg Loos

Un nuovo monastero per le tre Suore missionarie del Preziosissimo sangue che vivono in Danimarca è stato benedetto dal vescovo Czeslaw Kozon a Holte, 20 chilometri a nord di Copenaghen, tra le parrocchie cattoliche di Lyngby e Hillerød. “Celebriamo un evento raro ma gioioso qui nella nostra diocesi, per l’apertura di un nuovo monastero”. Nei 400mq c’è spazio per cinque sorelle, per accogliere alcuni ospiti e per una cappella. “È importante che ci siano luoghi che servano come centri spirituali per le persone. Possa il vostro nuovo convento essere un luogo che sa anche rendere le persone curiose di conoscere voi e il vostro apostolato, un luogo dove avvengono molte cose belle e dove le persone possono attingere nuova forza”, ha augurato il vescovo. Nell’aprile del 2015 le suore avevano dovuto vendere il loro convento di Nordvanggaard, trasformato dal comune di Rudersdal come centro di accoglienza per i rifugiati siriani. Su una pietra di quel complesso, che il vescovo Kozon ha benedetto nel gennaio scorso, è sorta la nuova costruzione di Holte. Le suore sperano nei prossimi anni di poter accogliere in comunità due nuove sorelle. Alla festa, che si è svolta il 3 ottobre, ha partecipato anche suor Maria Georg Loos, superiora della provincia tedesca della Congregazione a cui la Danimarca appartiene. Nella comunità di Holte vive suor Anna Mirijam Kaschner, segretaria generale della Conferenza episcopale dei Paesi nordici.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo