Cinema: Trento, torna il Religion Today Filmfestival. “Venti anni che hanno cambiato il mondo” il titolo della XX edizione

“Venti anni che hanno cambiato il mondo”. Questo il titolo con cui il Religion Today Filmfestival torna a Trento – con anteprime e appendici anche in altre località trentine e fuori provincia – tra il 13 e il 22 ottobre, cogliendo la ricorrenza del ventennale “come occasione per rileggere questi tumultuosi venti anni di relazioni tra religioni e società, e mettere in prospettiva le sfide di oggi e di domani”, come si legge in una nota. Il ricco programma delle proiezioni e degli incontri è stato illustrato ieri nell’ambito della piattaforma di comunicazione Cultura Informa dalla direttrice artistica, Katia Malatesta. “Guerre e pace, migrazioni, convivenza, spiritualità, universo femminile”: sono alcuni dei grandi temi che saranno esplorati attraverso le opere in concorso e la proposta di “venti film per venti anni”, ma anche con eventi speciali, incontri e attività per le scuole. Tra le novità anche un “gemellaggio” con la Catalogna e la conferenza internazionale dei direttori di festival di cinema spirituale. Il 20° Religion Today Filmfestival prosegue, dunque, il suo “viaggio nelle differenze” con 41 film provenienti da 28 Paesi del mondo, selezionati tra le oltre 400 iscrizioni. Tutti saranno presentati e commentati in sala, presso il Teatro San Marco, ad ingresso libero e gratuito. Vincitori e premi del concorso saranno annunciati sabato 21 ottobre, alle ore 11, presso la sala dell’Aurora di Palazzo Trentini. In aggiunta ai tre premi di categoria – miglior film a soggetto, miglior documentario e miglior cortometraggio – la giuria internazionale potrà assegnare il caratteristico premio “Nello spirito della fede”. In aggiunta al premio della giuria Signis (l’Associazione cattolica mondiale per la comunicazione), saranno inoltre conferiti i premi delle giurie speciali espresse dal Comune di Arco, dal coordinamento dei film festival trentini CinemAMoRe, dal Forum trentino per la pace e i diritti umani, dal Centro informativo per l’immigrazione della Provincia autonoma di Trento Cinformi e dalla Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’Università Pontificia Salesiana. Novità di quest’anno un premio al miglior utilizzo della musica conferito da una giuria espressa dal Conservatorio “F.A. Bonporti” di Trento con la partecipazione di Gianluca Floris, presidente del Conservatorio di Cagliari “Giovanni Pierluigi Da Palestrina”, tenore e film-maker.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo