Terremoto in Centro Italia: Bcc, “Nel cuore del Paese” per raccontare “storie vere di resilienza” attraverso otto video

Ad un anno da uno dei tre più importanti eventi sismici del 2016 che hanno colpito il centro Italia, coinvolgendo centinaia di migliaia di persone e distruggendo un immenso patrimonio storico, culturale, ambientale, il Credito Cooperativo italiano (attraverso Federcasse) ha realizzato il progetto di comunicazione “Nel cuore del Paese” , fatto conoscere all’indomani della conclusione della Settimana sociale di Cagliari. È un progetto, che ha l’obiettivo di raccontare storie vere di “resilienza” e delle tante persone che hanno scelto di restare – anche grazie al sostegno delle Banche di comunità (le Bcc) – sui territori dove hanno sempre lavorato e vissuto. Il progetto (visibile sul sito www.nelcuoredelpaese.it) ha visto la realizzazione di 8 storie filmate – storie “minute”, fuori dalle cronache, quelle che difficilmente rientrano nei servizi dei telegiornali – individuate grazie alla collaborazione con le 5 Bcc che hanno operatività nel vastissimo cratere del sisma (Bcc di Spello e Bettona, Bcc del Velino, Bcc Picena, Bcc dei Sibillini, Bcc di Roma). Si tratta, in particolare, delle vicende delle allevatrici Stefania e Sonia di Pieve Torina; di Silvio che ha un agriturismo sui Monti Sibillini; di Giancarlo falegname ad Arquata; di Emilio che gestisce una palestra a Camerino; dei pochi abitanti di un luogo unico al mondo come Castelluccio di Norcia; dei 70 abitanti di Campi di Norcia che non si sono mai allontanati dal paese vivendo nei locali della Pro Loco; di Giancarlo che ha riaperto un piccolo supermercato ad Amatrice; di quattro generazioni di allevatori che ancora sui monti sopra Amatrice hanno difeso fino allo stremo la loro attività, mai interrotta. Il progetto “Nel cuore del Paese” ha voluto documentare “la simbiosi tra le banche di territorio e le sorti delle comunità di cui sono – attraverso i soci – una diretta espressione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia