Terremoto in Centro Italia: Bcc, ad Amatrice Giancarlo ha riaperto il supermercato per dare lavoro e speranza

La riapertura della prima attività commerciale di Amatrice è un segnale positivo per la ripartenza della città ad un anno dal terremoto. Se ne parla nel video “Ricominciare a fare la spesa”, uno degli otto del progetto di comunicazione “Nel cuore del Paese”, realizzato dal Credito Cooperativo italiano (attraverso Federcasse) a un anno dalle scosse di ottobre. “Lo abbiamo riaperto il 5 agosto 2017 – dice il proprietario Giancarlo -. È stato molto impegnativo riaprire questo punto vendita”. “Quando abbiamo riaperto – racconta uno dei dipendenti– le persone sono state molto contente, perché si dovevano spostare per fare la spesa”. Il supermercato è aperto dalle 8 alle 20 e non chiude la domenica. Ha puntato molto sul reparto dei freschi. Un altro dipendente, Alessandro, ogni giorno per lavorare deve spostarsi da San Benedetto del Tronto dove è alloggiato in albergo. Giancarlo, dopo il terremoto, è corso dove si trovava il suo supermercato: “Mi sono subito reso conto che l’attività era distrutta. La prima cosa che mi è venuta in mente di fare è stata aiutare le persone in difficoltà. Ho deciso di dare tutti i prodotti restati integri alle persone che erano di fronte al supermercato. È stata un’azione istintiva, fatta per aiutare la mia gente”.
“Ora – afferma Alessandro – con la riapertura del supermercato e queste nuove case, io e la mia famiglia ci abbiamo creduto. Speriamo in futuro il più bello possibile per nostra figlia”. Il supermercato di Giancarlo è stato la prima attività commerciale a riaprire ad Amatrice. Giancarlo ricorda l’emozione dell’inaugurazione: “Riaprire è stato sicuramente un primo segnale positivo di ritorno alla normalità. Abbiamo curato l’interno del prefabbricato per far si che i clienti si sentissero in un supermercato qualunque”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia