Settimana sociale: don Cagol (Triveneto), “ora un nuovo dialogo con le istituzioni”

(dall’inviato a Cagliari) “L’attenzione al lavoro, che arriva anche al livello delle politiche, è un punto di forza di questa esperienza, a Cagliari. Porteremo nel nostro territorio un nuovo modo di parlare alla politica”. Lo dice al Sir don Marco Cagol, direttore dell’Ufficio per la pastorale sociale e del lavoro della Conferenza episcopale del Triveneto, al termine della 48ª Settimana sociale che si è conclusa ieri a Cagliari. “Nelle nostre regioni non c’è bisogno che la Chiesa produca esperienze lavorative, perché il lavoro già c’è – ha spiegato -. In un tessuto ricco di realtà produttive, dobbiamo ridare un significato al lavoro e all’impresa”. L’obiettivo indicato da don Cagol è quello di “reimmettere nel dibattito e nelle scelte una serie di valori”. Con una diretta conseguenza: “Porre delle domande alle amministrazioni locali sui grandi investimenti. Portano un lavoro buono? Ogni scelta è rispettosa dell’ambiente e della qualità del lavoro che produce? Bisogna riattivare un dibattito pubblico su questi aspetti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia