Scuola: Rovereto, al via il progetto “Oltre” per promuovere attività di volontariato tra i giovani

Portare la scuola “oltre” le proprie mura, per stimolare in modo concreto negli allievi il senso di solidarietà, di cooperazione e soprattutto di utilità: è questo il senso e il valore di “Oltre”, un progetto formativo, educativo e sociale che nasce formalmente oggi, attraverso la firma di un accordo siglato questa mattina a Roncegno Terme tra l’Istituto di formazione professionale alberghiero di Rovereto e Levico Terme (Ifpa), la Fondazione Comunità solidale (arcidiocesi di Trento) e i rappresentanti di una serie di realtà sociali e sportive del territorio trentino (Aquila Basket, Caritas diocesana, cooperativa sociale Vales, Irifor, le Aziende pubbliche di servizio alla persona – Apsp – della Valsugana, di Rovereto e Mori). Al progetto hanno aderito 160 studenti. Il progetto “Oltre” , che ha una durata triennale e prevede la possibilità di estendere le attività ad altri partner, “vuole favorire l’incontro e le relazioni, così da sviluppare l’aspetto empatico della personalità nei ragazzi e anche permettere loro la conoscenza di realtà locali – spiega una nota -. Le attività proposte che scaturiscono dall’accordo siglato oggi sono molto concrete e coinvolgono gli studenti senza distinzione alcuna, permettendo anzi una reale integrazione dei diversamente abili”. Assieme agli studenti, altri attori coinvolti nel progetto sono i docenti dell’Istituto alberghiero, gli utenti delle reti sociali sul territorio, gli operatori e gli anziani ospiti delle Aziende pubbliche di servizio alla persona, gli educatori della Caritas diocesana; gli ex alunni certificati dell’Istituto; i collaboratori dell’Aquila Basket.
Il progetto “Oltre” prevede diverse “azioni”. Con “Ci siamo anche noi” gli studenti si occuperanno del servizio di mezzogiorno per gli anziani ospiti delle Apsp. Con “Insieme”, su proposta della Fondazione Comunità solidale (Caritas diocesana), nei locali del ristorante didattico dell’Ifpa sarà organizzato mensilmente un pranzo per circa una trentina di persone le cui condizioni economiche non permetterebbero la frequenza di ristoranti. Con “Fratelli maggiori” per gli ex alunni certificati dell’Ifpa verrà proposta una “Borsa Lavoro” che permetterà loro di usufruire di un potenziamento formativo all’interno dell’Istituto e di affiancare gli operatori della Cooperativa Sociale Vales nell’attività di consegna dei pasti a domicilio alle persone anziane e non autosufficienti. Con “Aquila Basket” gli alunni presteranno servizio presso la sala Hospitality, all’interno del Palatrento, in occasione delle partite di Campionato e di EuroCup dell’Aquila Basket. Infine, con “Natale insieme” il 24 dicembre è prevista la preparazione e il servizio ai tavoli da parte degli studenti del tradizionale cenone presso il ristorante didattico dell’Istituto, a cui saranno invitate persone che si trovano in condizioni di solitudine.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia