Europa: mons. Gallagher (Santa Sede), “un dialogo affettivo ed effettivo per rianimare l’Unione”

Si tratta di una “conferenza non classica”, quella che si apre oggi in Vaticano, “(Re)thinking Europe”, organizzata congiuntamente da Santa Sede e Comece, nelle parole dell’arcivescovo Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati della Santa Sede. È “un esercizio di dialogo” tra uomini di Chiesa, cattolici impegnati in politica, nella speranza che il dialogo che “viene lanciato” qui a Roma sia anche “aiuto per l’Europa e le sue istituzioni”. Perché “forse il dialogo è la cosa che qualche volta manca. Ci sono tante parole, tanti incontri, però sappiamo bene che incontrarsi, parlare, non sono la stessa cosa del dialogo”, ha puntualizzato l’arcivescovo. “Crediamo fermamente che un dialogo affettivo ed effettivo sia necessario per l’Europa, per rianimare l’Europa” e “siamo convinti che sia possibile” rilanciare il cammino dell’Europa e che essa “possa affrontare le varie sfide che le stanno di fronte”. La conferenza è quindi un “contributo cristiano all’Europa di oggi”, un momento importante in cui “analizzare la situazione”, “progettare il futuro” del continente ma “anche dell’impegno cristiano nel continente”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa