Europa: card. Marx (Comece) su Brexit, “opportunità per gli Stati membri di ripensare l’Unione e il suo futuro”

L’uscita di un Paese importante come l’Inghilterra dall’Unione europea è stata “uno choc” ma rappresenta oggi per gli altri Stati membri una “opportunità” e “un incoraggiamento” per “ripensare l’Europa e il nostro futuro”. Lo ha detto il cardinale Reinhard Marx, presidente della Comece, rispondendo questa mattina in conferenza stampa di presentazione dell’incontro “(Re)thinking Europe” ad una domanda sul Brexit. “Non è facile da capire”, ha detto. “Ma dobbiamo accettare questa decisione e rispettarla”. Da parte sua, mons. Paul Gallagher, segretario della Santa Sede per i rapporti con gli Stati, ha sottolineato l’importanza a lavorare poerchè “il dialogo continui e coinvolga  tutte le parti”. Al cardinale Marx, i giornalisti hanno anche chiesto un commento sui nuovi separatismi che stanno rinascendo in Europa, in particolare in Catalogna, Veneto e Lombardia. “Il separatismo è segno di un problema” in due ambiti: “qual è il futuro degli Stati nazionali” con la “diversità culturale” che li abita e “qual è il futuro della democrazia” con particolare riferimento al fatto che “molti cittadini sentono di non avere influenza”, ha detto il cardinale che ha fatto riferimento alla positiva esperienza tedesca di “sussidiarietà” tra la dimensione nazionale e la considerevole autonomia dei singoli Länder.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa