Diocesi: Rossano-Cariati, la lettera pastorale del vescovo. “Realizzare un rinnovato impegno missionario”

“Sulla strada da Emmaus a Gerusalemme, al mondo – la sfida missionaria come racconto dell’incontro con il Risorto”. Questo il titolo della Lettera pastorale di mons. Giuseppe Satriano, arcivescovo di Rossano-Cariati, consegnata in questi giorni alla diocesi. La lettera rappresenta “la conclusione del viaggio ideale condotto negli ultimi tre anni con i due discepoli di Emmaus: ora – spiega una nota – lo sguardo deve rivolgersi al mondo e all’annuncio della Parola. L’esperienza vissuta accanto a queste due figure che ci ha portato a rimettere al centro della nostra vita prima la Parola e poi l’Eucarestia, ci porta oggi, non solo a diventare testimoni del Risorto, ma ad annunciarlo al mondo come sorgente di speranza per la vita di tutti”. “Il viaggio vissuto – scrive mons. Satriano nella presentazione – ci ha aiutato a meditare sulla nostra vita pastorale, sullo stile delle comunità in cui operiamo, sulle fatiche e le contraddizioni che abitano dentro di noi e in questo mondo che attende l’annunzio di salvezza. Come discepoli di Emmaus, siamo chiamati a uscire dall’isolamento per affrontare l’esistenza con fede, con coraggio, in maniera ‘audace e creativa’”. Nel cammino che “vivremo quest’anno – aggiunge – desideriamo recuperare quelle motivazioni che ci aiutino a realizzare un rinnovato impegno missionario, con gioia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa