Scuole paritarie: Fedeli (min. Istruzione), “anche a loro finanziamenti europei”. Nuovo patto tra scuola, famiglia e società

“Un punto decisivo, un patto essenziale utile a tutti”: così la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli definisce il “nuovo patto di corresponsabilità educativa tra scuola, famiglia e società” che verrà presentato, annuncia, il prossimo 21 novembre a dieci anni dall’analogo patto fatto dall’allora ministro Fioroni. Fedeli è intervenuta questa sera alla presentazione, presso la Camera dei deputati, del XIX Rapporto sulla scuola cattolica in Italia, “Il valore della parità”, realizzato dal Centro studi per la scuola cattolica (Cssc).  Un nuovo patto che è una sorta di “rivisitazione” del precedente: “Dobbiamo superare – spiega – il burocratismo sul consenso informato che dovrà diventare effettiva e dettagliata conoscenza del Pof che sarà sottoposto alle famiglie per essere messe in condizione di scegliere”. Novità anche sul piano economico: Fedeli annuncia che due settimane fa, grazie all’impegno del Miur, nelle regole dei finanziamenti europei, dai cui i Pon sono derivati, è stata inserita anche la scuola paritaria, prima esclusa perché “non considerata scuola pubblica”. Sulla questione del costo standard per alunno la ministra assicura: “Faccio fatica a costruire un gruppo plurale su questo tema ma lo farò”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo