Istat: nel 2016 oltre 615mila decessi tra residenti, -32mila su anno

(DIRE-SIR) – Nel 2016 sono stati registrati oltre 615mila decessi tra i cittadini residenti, 32mila in meno del 2015 (-5%). Lo rileva l’Istat nel rapporto “Indicatori di mortalità della popolazione residente – Anno 2016”. In rapporto al numero di residenti, nel 2016 sono deceduti 10,1 individui ogni mille abitanti, contro i 10,7 del 2015. La riduzione nel numero di morti risulta territorialmente omogenea, pur risultando più ampia nel Nord-ovest (-5,6%) e nel Sud (-5,7%). Il 2016 è stato l’anno più favorevole tra gli ultimi quattro sotto il profilo della sopravvivenza. Il tasso standardizzato di mortalità è pari all’8,2 per mille, inferiore anche a quello riscontrato nel favorevole 2014 (8,4 per mille). Il picco di mortalità del 2015, anno in cui si rileva un tasso standardizzato dell’8,8 per mille risulta riassorbito. Nel 2016 tassi (standardizzati) di mortalità più alti si riscontrano nel Mezzogiorno (8,8 per mille). Particolare peso specifico in tale contesto è quello assunto dalla Campania (9,6 per mille) e dalla Sicilia (9 per mille). (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo