Insulti antisemiti: Mattarella, “atto disumano e allarmante”

“Il volto e le pagine del diario di Anna Frank, la sua storia di sofferenza e di morte a opera della barbarie nazista, hanno commosso il mondo. Utilizzare la sua immagine come segno di insulto e di minaccia, oltre che disumano, è allarmante per il nostro Paese, contagiato, ottanta anni addietro, dall’ottusa crudeltà dell’antisemitismo”. È quanto afferma in una dichiarazione il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il presidente Mattarella, riferisce il sito del Quirinale, ne ha parlato con il ministro dell’Interno che gli ha assicurato grande impegno per individuare i responsabili di un comportamento così ignobile affinché vengano perseguiti secondo la legge e vengano definitivamente esclusi dagli stadi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo