Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Malnutrizione: Save the children, sui campi di calcio la campagna “Fino all’ultimo bambino”, in collaborazione con Lega Serie A e Aia

Domani e domenica, in occasione dell’9ª giornata, torna sui campi della Serie A Tim l’iniziativa “Fino all’ultimo bambino” in collaborazione con Lega Serie A e Aia, nell’ambito della campagna di raccolta fondi di Save the Children per contrastare la malnutrizione infantile. “Ogni anno nel mondo – si legge in una nota dell’organizzazione – 6 milioni di bambini sotto i 5 anni muoiono per cause prevenibili e curabili, di cui la metà, ben 3 milioni, a causa della malnutrizione: un killer silenzioso che trova terreno fertile tra le piaghe della povertà, dei conflitti e dei cambiamenti climatici. 1 minore su 4 sotto i 5 anni è colpito da malnutrizione cronica, 1 su 12 da quella acuta”.
Il mondo del calcio, da anni a fianco di Save the Children, ancora una volta “scende in campo per invitare tutti i tifosi a combattere la malnutrizione, con una semplice donazione, attraverso un sms al 45544. Saranno tutte le squadre della Serie A Tim, a schierarsi con Save the Children per garantire cibo e cure mediche, per salvare la vita e dare un futuro ai bambini senza un domani”. Protagonisti della campagna di comunicazione sono gli allenatori Allegri, Di Francesco, Inzaghi, Pioli, Montella, Mihajlovic, Spalletti. Insieme a loro, l’Acf Fiorentina, che è partner di Save the Children dal 2010 e sostiene un progetto di salute materno-infantile e nutrizione in Etiopia.
Fino al 5 novembre sarà possibile sostenere la campagna inviando un sms dal valore di 2 euro al numero 45544 dai cellulari Wind Tre, Tim, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali. Si potranno inoltre donare 2 o 5 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa Tim, Wind Tre, Fastweb e Tiscali, oppure 5 euro da rete fissa Vodafone, Twt, Convergenze e PostMobile. “I fondi raccolti in Italia durante la campagna andranno a sostenere i progetti di Save the Children – precisa la nota – in Egitto, Etiopia, India, Malawi, Mozambico, Nepal e Somalia”.

© Riproduzione Riservata
Italia