Integrazione: in una parrocchia delle diocesi di Lamezia Terme attiva una scuola per giovani stranieri

Una “concreta risposta al bisogno di integrazione e formativo dei ragazzi manifestato da alcuni genitori che si sono rivolti alla parrocchia”. Così don Pino Latelli, parroco della comunità della Beata Vergine del Carmine di Lamezia Terme, spiega la nascita di un “Corso di integrazione ed alfabetizzazione” a favore di bambini e giovani stranieri in situazione di svantaggio a causa della mancanza di conoscenza della lingua italiana. L’iniziativa, promossa dalla parrocchia in collaborazione con il locale Istituto comprensivo “Borrello-Fiorentino”, “da una parte – aggiunge don Latelli – mira al pieno inserimento dei bambini stranieri nel nostro Paese attraverso l’insegnamento della lingua italiana e dall’altra a dare ai ragazzi anche semplici competenze che li sostengano nell’ambito della istruzione”. “Il servizio scolastico – aggiunge il parroco moderatore, don Gigi Iuliano – è rivolto a quei ragazzi stranieri che si rivolgono alla nostra parrocchia, che, ancora una volta, come segno di una Chiesa che cerca di essere aperta e accogliente, risponde positivamente all’appello di Papa Francesco sull’aiuto da offrire agli immigrati, con l’intento di realizzare un valido percorso che favorisca la comunicazione e una piena integrazione con la comunità parrocchiale”. Il corso è ospitato nei locali della Casa canonica dalle 15 alle 17. A seguire i numerosi ragazzi, attraverso un percorso di insegnamento individualizzato, sono docenti in pensione e giovani insegnanti della comunità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia