Garante infanzia: in aumento i minori presenti in comunità e quasi la metà sono stranieri

Al 31 dicembre 2015 i minori accolti nelle comunità erano 21.035, il 9,3% in più rispetto a un anno prima, e rappresentavano lo 0,2% di tutta la popolazione infradiciottenne. Il dato è stato fornito dall’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza che oggi ha presentato un rapporto frutto della collaborazione con le 29 procure minorili. Aumenta anche il numero dei minori non accompagnati e quello, ad esso strettamente correlato, dei minori stranieri, che sono il 48% del totale contro il 42,8 della rilevazione precedente. Visto l’andamento del fenomeno migratorio, il dato è destinato con tutta probabilità a crescere nella rilevazione aggiornata al 31 dicembre 2016, in fase di avanzata elaborazione, che potrebbe essere presentata entro la fine dell’anno in corso.
L’incidenza dei minori stranieri spiega anche il fatto che la regione con il più altro numero di minori in comunità sia la Sicilia (21,5%), seguita molto a distanza dalla Lombardia (12,1%) e dalla Campania 10%). In Sicilia avviene ben il 33,9% dell’accoglienza dei minori non accompagnati, che sono prevalentemente maschi in età tardo adolescenziale (16-17 anni). Una caratteristica che si ritrova anche osservando il dato generale dei minori in comunità: la classe 14-17 anni è in crescita (a differenza di tutte le altre classi che risultano in calo) e rappresenta il 61,6% del totale. Così pure i ragazzi ospiti delle comunità sono in larga misura maschi, il 68%, a fronte del 65,8 della rilevazione precedente. Le percentuali per sesso e per età sono anch’esse dovute all’incidenza dei minori stranieri.
Il collocamento in comunità è stato disposto nel 57,8% dei casi dall’autorità giudiziaria e solo nel 13,7% dai servizi sociali con il consenso dei genitori o del tutore. Il 77,3% dei minori è presente in comunità da meno di 24 mesi, che è il limite di legge superabile solo con proroghe motivate del tribunale minorile. Diminuisce (dal 26,5% al 23%) il numero dei ragazzi in comunità da più di due anni e questo è un dato che in una certa misura può essere letto positivamente.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia