This content is available in English

Comece: Europeinfos, nonostante il Brexit “la Chiesa cattolica d’Inghilterra e Galles sarà sempre parte della Chiesa europea”

“Indipendentemente dallo status del Regno unito rispetto all’Ue, la Chiesa cattolica di Inghilterra e Galles sarà sempre parte della Chiesa europea. Le relazioni esistenti tra la Conferenza episcopale inglese e la vita e il lavoro della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece) continueranno e anzi dovranno essere rafforzati”. Lo si legge su Europeinfos, il mensile d’informazione della Comece disponibile on line, che riporta gli esiti di un recente dialogo a Bruxelles. La rivista affronta anche il tema delle “conseguenze della digitalizzazione sul lavoro in Europa” e guarda al summit di novembre Ue-Unione africana: “Se non si dà spazio e tempo politico ai Paesi africani di risolvere le questioni controverse esistenti e affrontare sfide politiche interne, l’obiettivo di uno sviluppo economico sostenibile e di investimenti sulla gioventù sarà un sogno inaccessibile”, scrive argomentando il gesuita zambiano Charles B. Chilufya. Sempre su Europeinfos una riflessione sul ruolo del dialogo interreligioso nell’esperienza di accoglienza dei migranti presso la Basilica del Sacro Cuore a Roma. È con un contributo di padre Fridolin Pflüger, direttore del servizio dei gesuiti per i rifugiati in Germania, che si guarda con disincanto alla politica migratoria europea: “L’Europa deve smetterla di nascondersi dietro trattative spietate che, sebbene concluse in nome del controllo delle migrazioni, non hanno altro scopo che tenere lontani i rifugiati”, scrive Pflüger (http://europe-infos.eu/).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia