This content is available in English

Ue: premier britannica May a Bruxelles per sbloccare il Brexit. Documento dei 28 su Bosnia-Erzegovina, prospettiva europea e unità del Paese

(Bruxelles) È attesa in giornata a Bruxelles la premier britannica Theresa May, dove, accompagnata dal ministro che si occupa di Brexit, David Davis, incontrerà il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, e il capo negoziatore, Michel Barnier. I negoziati sul “divorzio” tra Regno Unito e Ue sembrano in una fase di stallo e il viaggio, a sorpresa, della May, vorrebbe aggiungere elementi di chiarezza anche in vista del Consiglio europeo del 19 e 20 ottobre. Sono invece numerose le “Conclusioni” adottate oggi dal Consiglio Ue riunito a Bruxelles sui temi di politica internazionale. Tre documenti riguardano il Myanmar, l’Afghanistan e l’Iran. Di particolare interesse quello sulla Bosnia-Erzegovina. Il Consiglio “ribadisce il suo inequivocabile impegno a favore della prospettiva europea della Bosnia-Erzegovina come Paese unico, unito e sovrano. Il Consiglio si rammarica del fatto che, negli ultimi mesi, una retorica fonte di divisioni ancorata nel passato e un’agenda elettorale anticipata abbiano rallentato il ritmo delle riforme e inciso sul clima politico”. Il Consiglio “accoglie inoltre con favore il protrarsi della presenza dell’operazione Althea, che conserva i mezzi per contribuire alla capacità di deterrenza delle autorità della Bosnia-Erzegovina” e per assicurare la pace nel Paese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia