Terremoto in Centro Italia: Medici con l’Africa Cuamm, il 18 ottobre si inaugura poliambulatorio donato alla popolazione di Arquata del Tronto

Sarà inaugurato mercoledì 18 ottobre, ad Arquata del Tronto, il poliambulatorio costruito da Medici con l’Africa Cuamm per garantire assistenza medica alle comunità delle zone colpite dal terremoto del 24 agosto 2016. Alla cerimonia, in programma alle 12.30, parteciperanno il sindaco della cittadina, Aleandro Petrucci, con le autorità locali, don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm, oltre ai donatori e ai fornitori che hanno contribuito alla realizzazione del progetto. “Interamente in legno, 70 metri quadrati con sala d’attesa e tre stanze attrezzate per le visite mediche, il poliambulatorio – si legge in una nota – potrà accogliere ogni giorno un medico di base, un pediatra di base e un ginecologo disponibile su appuntamento, oltre che un servizio di assistenza psicologica”. “In questo modo – spiegano i promotori dell’iniziativa – la popolazione, che dopo il sisma si è trovata ad abbandonare le proprie case e a ricominciare da zero, potrà contare sulla presenza stabile di medici esperti nella comunità”. Saranno 800 le persone che potranno beneficiare dei servizi del poliambulatorio, oltre agli abitanti delle zone limitrofe e agli sfollati del paese in altre zone vicine. Il medico di base di Arquata del Tronto, Italo Paolini, sarà presente ogni giorno nel poliambulatorio. “Siamo abituati ad aiutare chi ha bisogno in Africa – commenta don Carraro – ma di fronte a quello che è successo appena poco più di un anno fa non potevamo rimanere indifferenti”. “Anche su richiesta di chi ci sostiene da molto tempo, abbiamo scelto subito di intervenire – aggiunge – partendo dai servizi di base, come siamo abituati a fare in Africa: un piccolo centro, medici competenti a disposizione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia