Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Papa Francesco: Messa a S. Maria Maggiore, “Dio non dimentica i suoi figli, la sua memoria è per i giusti e gli oppressi”

Roma, 12 ottobre: Papa Francesco celebra la messa in Santa Maria Maggiore in occasione del centenario della CCO e del PIO (Foto L'Osservatore Romano (www.photo.va) / SIR)

“Dio non dimentica i suoi figli, la sua memoria è per i giusti, per quelli che soffrono, che sono oppressi e si chiedono ‘perché?’, eppure non cessano di confidare nel Signore”. Ad assicurarlo è stato il Papa, nell’omelia della Messa celebrata a Santa Maria Maggiore per il centenario del Pontificio Istituto Orientale e della Congregazione delle Chiese Orientali. “Quante volte la Vergine Maria, nel suo cammino, si è chiesta ‘perché?’; ma nel suo cuore, che meditava ogni cosa, la grazia di Dio faceva risplendere la fede e la speranza”, ha osservato Francesco, che ha esclamato: “Quante volte anche noi facciamo questa esperienza, e quante volte la ascoltiamo nelle confidenze e nelle confessioni delle persone che ci aprono il loro cuore. Vediamo i malvagi, quelli che senza scrupoli fanno i propri interessi, schiacciano gli altri, e sembra che a loro le cose vadano bene: ottengono quello che vogliono e pensano solo a godersi la vita. Di qui la domanda: ‘Perché Signore?'”. “Questi ‘perché?’, che ricorrono anche nella Sacra Scrittura, ce li poniamo tutti”, ha affermato il Papa: “E ad essi risponde la stessa Parola di Dio”. Come il brano odierno del profeta Malachia, dove si legge: “Il Signore porse l’orecchio e li ascoltò: un libro di memorie fu scritto davanti a lui per coloro che lo temono e che onorano il suo nome”.

© Riproduzione Riservata
Chiesa