Famiglia: mons. Galantino, “non è fatto meramente privato. Politica inauguri nuovo sistema fiscale a suo favore”

“Quando un uomo e una donna decidono di unire le loro vite aprendosi alla cura e all’educazione dei figli, questa scelta non può essere relegata a un fatto meramente privato. Davvero ‘il bene della famiglia è decisivo per il futuro del mondo e della Chiesa’. Per questo recentemente abbiamo chiesto alla politica di tornare ad occuparsi di famiglia con proposte concrete che inaugurino un nuovo sistema fiscale”. Lo afferma mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, inaugurando questo pomeriggio a Caserta l’ottavo convegno ecclesiale diocesano “Morir d’amore”. Il presule richiama l’appello alle istituzioni del card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, alla vigilia della Conferenza nazionale per la famiglia tenutasi il 28 e 29 settembre, ad “elaborare politiche innovative e concrete, che riconoscano, soprattutto, il ‘fattore famiglia’ nel sistema fiscale italiano. Una misura giusta e urgente, non più rinviabile, per tutte le famiglie, in particolare quelle numerose”. “È chiaro che, per quanto possibile, questo deve avvenire a tutti i livelli – chiosa Galantino – anche per le istituzioni locali”. Ritornando ai  frutti concreti di Amoris Laetitia, il segretario della Cei sottolinea l’importanza di creare dei luoghi “dove poter accompagnare chi ha il cuore ferito, discernere le varie situazioni senza fare confusione, ma soprattutto integrare quei figli che hanno smarrito la strada di casa”. Proprio in questo orizzonte si muove il servizio pastorale sorto per volontà del vescovo Erio Castellucci a Modena, “per andare incontro a chi nello spezzarsi del vincolo è assetato di speranza”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia